Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. 

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
Previous Next

News

Visite: 115

 CORONAVIRUS

 

cirio   

Prorogato all'8 marzo lo stop alle attività didattiche

Lezioni sospese fino all’8 marzo: la proroga è stata decisa con una ordinanza firmata pochi istanti fa dal presidente della Regione Piemonte, sentito il Ministero della Salute.

Il Presidente spiega che, a fronte della decisione di riapertura delle scuole decisa dal Governo a partire da oggi, la Regione Piemonte aveva ritenuto necessario un percorso più cauto e graduale per il proprio territorio, alla luce della sua posizione di confine e delle interconnessioni con la vicina Lombardia, l’area più colpita dal contagio da coronavirus.

Era stata così decisa la sola riapertura degli edifici scolastici oggi e domani per una igienizzazione straordinaria delle aule e degli ambienti comuni, ma anche per avere due giorni in più di tempo per valutare l’evolversi del contagio.

Nei giorni scorsi, spiega il Presidente, speravamo di poter tornare da mercoledì a una situazione di normalità totale, dando la possibilità a tutti gli studenti di riprendere regolarmente le lezioni. Oggi, però, abbiamo acquisito le valutazioni dei sanitari dell’Unità di Crisi che “valutata la situazione epidemiologica non ancora stabilizzata del Piemonte, a fronte di una situazione con evolutività non prevedibile nelle regioni confinanti, considerato il doveroso criterio di cautela nei confronti della popolazione scolastica e dei relativi nuclei familiari” hanno comunicato alla Regione l’opportunità di sospendere l’attività scolastica per l’intera settimana.
A questa posizione si sono aggiunte le considerazioni delle associazioni più rappresentative di medici e pediatri, che hanno rimarcato la necessità di non abbassare la guardia contro il virus e di proseguire con lo stop delle lezioni scolastiche.

Per questa ragione spiega il Presidente abbiamo voluto continuare a essere prudenti, consapevoli che in gioco c’è la salute dei nostri figli.

L’ordinanza regionale prevede l’estensione fino al giorno 8 marzo incluso della sospensione, già prevista per il 2 e 3 marzo, dei servizi educativi dell'infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali ivi compresi i tirocini curriculari, master, università per anziani, con esclusione degli specializzandi nelle discipline mediche e chirurgiche e delle attività formative svolte a distanza.

La data di ripresa delle attività didattiche ed educative è demandata ad un successivo provvedimento.

           

 

Ordinanza di sospensione delle attivita didattice e eucative fino all 8 marzo 2020

 
COMUNICATO STAMPA del DIRETTORE GENERALE dott. Fabrizio MANCA
UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE
“Oggi il direttore generale dell’USR e il Presidente della Giunta regionale del Piemonte, preso atto della volontà del Governo di attenuare, a partire dal 2 marzo 2020, nelle regioni non cluster le misure di prevenzione e contenimento del covid-19, ivi compresa la ripresa delle attività didattiche, hanno sottoscritto, con il consenso del Presidente del Consiglio dei ministri e del Ministro della salute, il protocollo di intesa che condivide l’opportunità di disporre per i giorni 2 e 3 marzo 2020, e prima della ripresa delle attività didattiche, l’effettuazione nelle scuole del territorio piemontese di un’attività straordinaria di igienizzazione, secondo le specifiche tecniche definite dall’unità di crisi regionale e, se necessario, con il supporto economico della Regione Piemonte. Da lunedì 2 marzo 2020,pertanto, le scuole riaprono ai docenti e al personale ATA e dal 4 marzo 2020 agli studenti, che potranno riprendere l’attività didattica”.
 

 

 

        

 

 

Coronavirus, comunicazione  sui viaggi di istruzione

Il Consiglio dei Ministri, nella serata di sabato 22 febbraio, ha definito apposite misure per evitare la diffusione del Covid - 19 e ulteriori misure di contenimento. Fra le decisioni adottate, anche quelle relative alla sospensione delle uscite didattiche e dei viaggi di istruzione delle scuole, in Italia e all'estero.

Il Ministero dell'Istruzione informa che, in attesa dell’adozione formale dell’ordinanza prevista dal decreto approvato in Consiglio dei Ministri, per motivi precauzionali, i viaggi di istruzione vanno comunque sospesi a partire già da oggi domenica 23 febbraio 2020. Si ringraziano le scuole e i dirigenti scolastici per la collaborazione.

Torna all'inizio del contenuto